Meno tasse per tutti... quelli che sostengono il paesaggio!

Data: 
15/10/2013

Dal 2014 un'opportunità di risparmio fiscale per le aziende e le persone giuridiche, che finanziano iniziative culturali o contribuiscono alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio, sostenendo ad esempio il recupero di immobili posti sotto tutela. Queste tipologie di spesa potranno infatti contare su un sconto  sull'Irap, l'imposta regionale sulle attività produttive, pari al 20% della spesa sostenuta.

Da pochi giorni la Giunta Regionale della Toscana ha approvato il regolamento, che dovrà tornare in Consiglio per un ultimo parere, prima della sua adozione definitiva.
 
Il riferimento normativo è la Legge Regionale Toscana n. 45 del 2012, che prevede agevolazioni per chi effettua donazioni a favore di iniziative culturali o di progetti per la valorizzazione del patrimonio paesaggistico: quest'ultimi se coerenti con i contenuti del piano paesaggistico. Il meccanismo è semplice: se paghi mille, allora duecento euro possono essere detratti dall'Irap, con una donazione minima di 5 mila euro.
 
I promotori dei progetti possono essere soggetti pubblici o enti privati o associazioni senza fini di lucro, che per statuto fanno promozione o gestiscono attività culturali. Varrà per tutte le imprese, con la sola eccezione di banche, fondazioni bancarie, compagnie e imprese di assicurazione e aziende in difficoltà economica. A titolo esemplificativo: finanziare un festival teatrale o il restauro di un quadro, un palazzo o un'opera d'arte; aiutare uno dei tanti enti od associazioni che in Toscana fanno cultura.
 
Chi beneficia delle erogazioni deve accreditarsi: gli elenchi saranno tenuti dagli uffici della Regione Toscana e l'accreditamento varrà tre anni. Chi intende godere delle agevolazioni fiscali e del credito d'imposta deve invece prenotare la richiesta.  Per il primo anno ci sono a disposizione un milione di euro di incentivi, fino ad esaurimento del fondo, con precedenza in ordine temporale.